Articoli filtrati per data: Febbraio 2022

Junkers Ju.87B Stuka - Kit Italeri - Scala 1/48

III^ Gruppe del 77° SturzkampfGeschwader operante nei Balcani nella primavera del 1941.

Lo Sturzkampfgeschwader 77 (StG 77) era uno Stormo di bombardieri in picchiata della Luftwaffe impiegato nella seconda guerra mondiale. Dallo scoppio della guerra, lo StG 77 si è distinto in ogni grande operazione della Wehrmacht fino alla battaglia di Stalingrado nel 1942. Se i dati ripostati nei documentari dello StG 77 sono esatti, il reparto ha inflitto più danni alle forze di terra nemiche di qualsiasi altro Stormo. Ha utilizzato il bombardiere in picchiata Junkers Ju 87 esclusivamente nel ruolo di combattimento, mentre alcuni  Dornier Do 17 e Messerschmitt Bf 110 vennero impiegati nel ruolo di ricognizione aerea.

  

  

  

Fondato nel maggio 1939, lo StG 77 entrò in guerra con solo due dei soliti tre gruppi assegnati a uno Stormo da combattimento della Luftwaffe. Fu impiegato nell'invasione della Polonia nel settembre 1939. Nel maggio e giugno 1940 operò nel ruolo dell'interdizione, nel supporto aereo ravvicinato e nel ruolo anti-nave, supportando il gruppo dell'esercito A e il gruppo dell'esercito B nella battaglia dei Paesi Bassi, nella battaglia del Belgio e nella battaglia della Francia. Nel giugno 1940 venne creato un terzo gruppo, e a partire dal luglio 1940 fu impiegato nella battaglia d'Inghilterra, ma gli Stormi dotati di Ju 87 furono tolti dalla battaglia dopo sole cinque settimane a causa delle perdite. Lo StG 77 fu impiegato esclusivamente nel ruolo di attacco contro il naviglio britannico fino all'inverno 1940/1941.
Lo Stormo venne poi trasferito nei Balcani. Ha operato nella battaglia per la superiorità aerea, anti-nave, l'interdizione e il ruolo di supporto ravvicinato nell'invasione della Jugoslavia, nella battaglia di Grecia e nella battaglia di Creta nell'aprile e maggio 1941. §Viene poi impiegato sul fronte orientale, dal giugno 1941, dopo l'operazione Barbarossa. In particolare, fu impiegato con successo nella battaglia di Uman, nella battaglia di Kiev, nella campagna di Crimea, nella seconda battaglia di Kharkov, nella battaglia del Caucaso e infine nella battaglia di Stalingrado.

  

  

Nel suo ultimo anno, lo StG 77 ha continuato le operazioni di supporto aereo ravvicinato a sostegno dei gruppi dell'esercito del Centro e del Sud, ma ha iniziato ad operare più specificamente nel ruolo anticarro con l'introduzione della variante Ju 87G; specificamente armato per ingaggiare i carri sovStormi degli Stuka furono riorganizzati. Furono ribattezzati Schlachtgeschwader (Stormo da battaglia) in contrapposizione agli Strormi da bombardamento in picchiata (Sturzkampfgeschwader). Gli Junkers Ju 87 erano diventati troppo vulnerabili e non c'erano più aerei da combattimento sufficienti per fornire loro una adeguata scorta di caccia o ancor peggio, carburante sufficiente per le grandi operazioni d'attacco. Il numero di bombardieri in picchiata venne ridotto e aggregati con i cacciabombardieri, in particolare con i Focke-Wulf Fw 190, che poteva combattere ad armi pari dopo aver rilasciato le sue bombe.
Lo Stormo cessò di esistere il 18 ottobre 1943. La Gruppe II venne ribattezzata III. Gruppo/Schlachtgeschwader 10, mentre i restanti gruppi, furono rinumerai e inviati allo Schlachtgeschwader 77.

  

  

Buon Modellismo a Tutti

Roberto Cimarosti "Cima"

Sd.Kfz. 252/9 Ausf.D Kanonwagen - Kit Dragon - Scala 1/35

Fronte orientale nel 1944

Il Sd.Kfz. 251 era un veicolo militare da trasporto truppe semicingolato di costruzione tedesca impiegato su tutti i fronti dalla Wehrmacht durante il corso del secondo conflitto mondiale. Fu prodotto in quattro modelli, denominati Ausf. A, B, C e D, utilizzanti lo stesso telaio, ma con carrozzerie diverse, in base all'evoluzione delle esigenze emerse nel corso della guerra. Su questi veicoli base fu costruita una serie notevole di veicoli specializzati per i diversi compiti sul campo di battaglia. Il Sd.Kfz. 251 fu utilizzato principalmente come veicolo da combattimento della fanteria, in quanto dal vano del veicolo la fanteria era in grado di usare le armi di propria dotazione.

  

  


Fin dall'inizio degli studi sul riarmo, l'esercito tedesco studiò mezzi in grado di operare in congiunzione con i carri armati. In base a diverse considerazioni fu deciso di utilizzare veicoli semicingolati, che unissero la capacità fuori strada del cingolo con la facilità di guida dei veicoli ruotati. I primi veicoli semicingolati furono sviluppati come trattori di artiglieria, quindi privi di protezione, fra questi il veicolo Sd.Kfz. 11, un trattore medio da 3 t progettato dalla ditta Hanomag (Hannover) sviluppato nel 1938 ed entrato in servizio nel 1939. Mentre veniva sviluppato il trattore fu studiata anche una sovrastruttura blindata tale da permettere al veicolo di entrare in contatto con le fanterie nemiche, quindi con una protezione limitata al fuoco di armi leggere ed alle schegge di artiglieria.
Lo Sd.Kfz. 251/9 Schützenpanzerwagen (7,5 cm KwK 37 L/24) (Veicolo di appoggio della fanteria), era armato con il cannone 7,5 cm KwK 37 L/24, usato anche sui Panzer IV dalla versione A alla F1, fu costruito negli ultimi anni di guerra per l'appoggio della fanteria con armi pesanti.

  

  

  

Buon Modellismo a tutti

Moreno Gandini "Grandi"

Chevrolet Suburban '66 - Kit Revell - Scala 1/25

Trasformazione in Truck

La Chevrolet Suburban fa capo a una serie di automobili costruite dalla divisione Chevrolet della General Motors. Il nome "Suburban"  venne dato per la prima volta nel 1934 per l'anno del 1935, divenendo il veicolo costruito più a lungo, e sempre in produzione. È stato tradizionalmente uno dei veicoli più redditizi di General Motors. La Carryall Suburban di prima generazione del 1935 fu una delle prime station wagon interamente in metallo. Al giorno d'oggi, ha una carrozzeria da SUV a grandezza naturale e viene fornito con tre opzioni di motore: un V8 da 5,3 litri, un V8 da 6,2 litri o un turbodiesel Inline-6 ​​da 3,0 litri.

  

  

 La Suburban è stata inoltre prodotta con il marchio GMC fino a quando la versione GMC è stata rinominata Yukon XL. È stato anche brevemente commercializzato come Holden. Per la maggior parte della sua storia recente, la Suburban è stata una versione station wagon del camioncino Chevrolet, comprese le serie Chevrolet C/K e Silverado, veicoli basati su camion. Cadillac offre una versione chiamata Escalade ESV.

La Suburban è venduta negli Stati Uniti, Canada, America Centrale, Cile, Repubblica Dominicana, Bolivia, Messico, Perù, Filippine e Medio Oriente (tranne Israele) mentre la Yukon XL è venduta solo in Nord America (esclusivamente negli Stati Uniti Stati Uniti e Canada; Messico a partire dal 2020) e territori del Medio Oriente (tranne Israele).

  

  

Buon Modellismo a Tutti

Francesco Caccese "Longman"

CMP FAT (Chevrolet/Ford) - Kit Airfix - Scala 1/35

Royal Canadian Army Germania 1945

Il CMP FAT (Field Artillery Tractor), era un veicolo militare canadese prodotto da Ford e Chevrolet. Il FAT era un veicolo per il traino dell'artiglieria, impiegato  delle forze britanniche e del Commonwealth durante la seconda guerra mondiale. Diversi modelli furono prodotti dalle due case costruttrici come CGT (Chevrolet Gun Tractor) e FGT (Ford Gun Tractor). I primi modelli di questo 'Quad', sfilano a Tripoli nel febbraio 1943.

  

  

CMP stava per Canadian Military Pattern ed è stato applicato a una serie di camion, trattori per l'artiglieria e veicoli commerciali costruiti in Canada che combinavano i requisiti di progettazione britannici con l'ingegneria automobilistica nordamericana.
Come con altri FAT, il CMP veniva solitamente utilizzato per trainare l'obice da 25 libbre o il cannone anticarro da 17 libbre. Un argano elettrico era posizionato sopra l'asse posteriore per manovrare le armi o disimpegnare il veicolo.
Le specifiche si basavano sul successo britannico del Morris C8 FAT sviluppato prima della guerra, incorporando anche lo sterzo con guida a destra. I primi modelli furono prodotti nel 1940/41 e la carrozzeria subì numerose modifiche al design durante il conflitto. Essendo basati sul veicolo britannico, i CMP furono ampiamente utilizzati dalle forze britanniche e del Commonwealth in sostituzione dei numerosi veicoli perduti durante l'evacuazione di Dunkerque.
Dopo la fine della guerra, numerosiveicoli vennero forniti alla Danimarca, impiegandoli nel proprio esercito.

  

  

Buon Modellismo a Tutti

Enrico Maina

Joomla SEF URLs by Artio
seoLinks

CERCA NEL SITO

TECNICHE E COLORI

RECENSIONE AEREI

RECENSIONE MEZZI CORAZZATI

STORIA

Visite:

Oggi:284
Questo Mese4325
Visite Totali3428040