SPA-Viberti AS43 Ambulanza Scudata

  13 Aprile 2024

SPA-Viberti AS43 Ambulanza Scudata - Kit WIP3D - Scala 1/35

Progetto di ambulanza da campo per il Regio Esercito 1943-44

Nel gennaio 1944 le Officine Viberti di Torino ripresero il progetto dell'Autoblindo TL37, questa volta basato sul telaio della Camionetta SPA-Viberti AS43, al fine di ottenere un veicolo che fosse più economico e più facile da produrre rispetto ai blindati della "Serie AB".

Nell'aprile 1944 i veicoli erano pronti e nel maggio 1944 furono visti per la prima volta fuori dallo stabilimento di produzione.

  

È probabile che lo sviluppo della SPA-Viberti AS43 Ambulanza Scudata sia iniziato dopo lo sviluppo della Carrozzeria Speciale su SPA-Viberti AS43. Dai disegni originali, infatti, si possono osservare molti dettagli comuni. Ciò è stato probabilmente fatto dalle Officine Viberti per accelerare lo sviluppo, la produzione e ridurre i costi.

La differenza principale tra la Carrozzeria Speciale su SPA-Viberti AS43 e la SPA-Viberti AS43 Ambulanza Scudata era la sovrastruttura. La differenza più evidente era l'assenza della porta sinistra, sostituita sull'Ambulanza Scudata dal supporto per la ruota di scorta. A destra una porta era divisa in due parti a causa delle piastre corazzate angolate. La porta si apriva all'indietro e non avrebbe fornito un'adeguata protezione frontale ai membri dell'equipaggio se fossero scesi dal veicolo in una situazione di emergenza.

Dai disegni originali (e unici) del veicolo, sembra che la porta fosse identica a quelle della Carrozzeria Speciale, ma posizionata qualche decina di centimetri più avanti. Un'altra cosa interessante che si può notare è che, per accelerare il processo di progettazione e la futura produzione, i progettisti hanno preso la porta laterale sinistra della Carrozzeria Speciale e l'hanno posizionata su un telaio invertito sull'Ambulanza Scudata. Per questo motivo, purtroppo, si sarebbe potuto aprire solo all'indietro.

  

  

Lo scompartimento per il trasporto del ferito, era di forma più rettangolare e più alto dello scompartimento da combattimento della Carrozzeria Speciale. Nella parte posteriore era presente una porta centrale divisa in due parti. Per velocizzare la produzione, sia le porte laterali che quelle posteriori non furono dotate di feritoie. Questo poteva costituire un grave inconveniente, in quanto le feritoie avrebbero potuto essere utili ai membri dell'equipaggio per controllare l'area circostante prima di aprire la porta per evitare imboscate nemiche.

Lo SPA-Viberti AS43 Ambulanza Scudata avrebbe potuto essere un veicolo efficace sui campi di battaglia della Seconda Guerra Mondiale. La velocità non sarebbe stata molto elevata, ma avrebbe avuto una grande mobilità, anche fuoristrada.

Buon modellismo a Tutti

Paolo Baldoin "Paul Stainer"

Joomla SEF URLs by Artio
seoLinks

CONDIVIDI

FacebookTwitter

CERCA NEL SITO

TECNICHE E COLORI

RECENSIONE AEREI

RECENSIONE MEZZI CORAZZATI

STORIA

Visite:

Oggi:942
Questo Mese24704
Visite Totali3901947